Isola di Lampedusa

last_minute2

club card contatti nuovo - Copia

 L’isola di Lampedusa

Il Residence IL CASTELLO Club – in questa pagina, vi presenta Lampedusa, con descrizioni e indicazioni utili per godervi una magnifica vacanza.

cala-guitgiaLampedusa, la più grande delle isole Pelagie (le altre due cono Linosa e Lampione), dista 205 Km. Dalla Sicilia e 115 Km. Dall’Africa. Il suo territorio è pianeggiante, con una superficie che si estende su circa 20 Kmq. e con massima altezza 133 Mt. Presso Albero Sole.

Essendo geologicamente terra africana, presenta un paesaggio arido e selvaggio. Solo con le prime piogge invernali si ricopre di un manto verde, in primavera variegato di giallo e viola. La parte sud di Lampedusa, bassa e frastagliata è costituita da diverse spiagge di sabbia bianca e finissima. La prima cala che incontriamo, partendo dal Porto Nuovo, è la spiaggia della Guitgia, molto vicina al centro abitato. Seguono: Cala Croce, Portu ‘Ntoni, Cala Madonna, in fondo a tale insenatura, troviamo il Santuario della B.V. Maria di Porto Salvo, Patrona dell’isola, festeggiata nel mese di settembre con processioni, manifestazioni culturali, giochi tradizionali,concerti e fuochi pirotecnici. Ideale per chi ama i posti tranquilli Cala Stretta, seguita dal vallone di Cala Galera. Continuando verso il mare, si può apprezzare la vista della Tabaccara, caratterizzata da un mare azzurro e cristallino e raggiungibile solo via mare. E finalmente, siamo giunti nella magnifica Spiaggia dei Conigli, conosciuta in tutto il mondo per la sua bellezza. Via terra è possibile raggiungere Cala Pulcino, SPIAGGIA-DEI-CONIGLI-LAMPEDUSAcon la barca, altri posti affascinanti ed unici nel suo genere come: Acqua a Ponente, il Faraglione del Sacramento, Scoglio Vela, Punta Alaimo, e Capo Grecale che si riconosce facilmente perché in cima vi è il faro. Questa parte di costa è caratterizzata da una grande varietà di grotte: la Grotta degli Innamorati alta più di 50 Mt. dalla cui sommità cadono gocce di acqua dolce che sgorga incessante dalla roccia; la Grotta Solaro cosiddetta per la sua caratteristica forma che ricorda un solaio. Poi la costa incomincia di nuovo a degradare permettendoci di raggiungere con facilità le tranquille insenature ideali per chi non ama la sabbia, facilmente raggiungibili via terra e sono: Mare Morto e Cala Creta, seguiti da Cala Pisana con la sua graziosa banchina ed una piccola spiaggetta, Andando avanti, incontriamo Cala Uccello, Cala Francese, Sciatu Persu, le Grottacce ( due grotte adiacenti poco distanti fra loro, alte 15 metri e accessibili via terra; in una delle due è possibile fare bagni e tuffi. E per finire Cala Maluk e Cala Spugne e giungendo al Porto Vecchio termina il nostro excursus.

Il Mare e i fondali di Lampedusa sono fra i più ricchi del mediterraneo, un vero paradiso per i sub. Le immersioni assicurano ovunque uno spettacolo indimenticabile. Nella zona Muro Vecchio c’è un fondale roccioso con cernie, grotte sommerse e tane di saraghi e ombrine, mentre allo Scoglio Vela c’è un fondale di posidonia e sabbia bianca.

lampedusa-via-romaPer avere una visione più completa dell’Isola, se siete motorizzati, potete percorrere sia la strada panoramica che costeggiare la parte nord, alta e piena di affasciananti insenature, sia qualche strada dell’entroterra in cui si possono incontrare gli ultimi pastori con greggi di capre e pecore al pascolo, dai quali si producono eccellenti ricotte e formaggi. Incontrerete alcuni terreni coltivati da pochissimi contadini lampedusani e recintati dai tipici muri in pietra lavorati a secco e vecchi dammusi, come quelli della Bartola o la famosa Casa Teresa. Girando per le campagne si possono trovare piante di capperi, rosmarino, asparagi selvatici, gelsi neri, fichi e fichi d’india. Grande impegno e perseveranza da parte del Corpo Forestale di Lampedusa ha sotto la sua protezione alcune aree dell’isola, le zone: Alaimo, Grecale, Cala Francese, Albero Sole, Cala pulcino, Sanguedolce, e Capo Ponente. Dal 1968 opera per la conservazione, la cura e il rimboschimento con piante di Pino d’Aleppo, Acacie, Carrube, Ginepro Fenico, Lentisco, Olivastro,Corbezzolo, Acacie Spinose, Tameriggio, Ginepro Coccolone. lampedusa_dallalto_NInoltre in questa magnifiche terre, si possono trovare piante spontanee di macchia mediterranea, carciofi spinosi selvatici, Timo, Finocchi selvatici e capperi. I terreni lampedusani sono di varia costituzione. A secondo delle zone possono essere costituiti da terra rossa, sabbiosa o argillosa. L’argilla, essendo molto friabile viene facilmente erosa dal vento formando una polvere simile a quella che si acquista nelle erboristerie per fare i fanghi. Infatti, essa mescolata con acqua, viene adoperata da molti turisti per fare delle maschere astringenti. Le attività principali dell’isola sono il turismo e la pesca.

E’ possibile anche visitare le altre due “sorelle” di Lampedusa, ammirare le loro bellezze paesaggistiche ed avere così un quadro completo dell’arcipelago pelagico.

Si può raggiungere la vulcanica e magica LINOSA preferibilmente, tramite il servizio giornaliero dell’aliscafo o tramite Nave, con tratta Porto Empedocle, Linosa, Lampedusa e viceversa.

La disabitata Lampione con Barche private destinate al Servizio Turistico.

LAST MINUTE TARIFFE 2015 INFO E CONTATTI
Residence
IL CASTELLO

Offerta Last Minute
per chi prenota in
largo anticipo: 

Sconto del 10% sul
prezzo totale

+ Wifi gratis
+ servizio navetta

Residence:
Mono 2 pax
Bilo 2 pax
Trilo 4 pax
Trilo 5-6 pax
Appartamenti:
Porto Vecchio 4 pax
P. Vecchio 4 pax vista mare
P. Vecchio 6 pax vista mare
Villa Lucia 2 pax
Villa Lucia 4 pax
G. S. T.
Gestione Servizi Turistici
IL CASTELLO & C. SAS

Via Terranova n° 12
92010 Lampedusa
Dalle ore 8.30 alle ore 20.30
Telefono: +39 0922 970679
Fax: +39 0922 970679
Cellulare: +39 334 9678719 
info@ilcastellodilampedusa.it
Hall per ricezione clienti
ore 6.00 – 00.30

 

 

Post navigation